Print

Mission

Il fiore è il prodotto della natura, della semplicità, del dono

eppure il fiore può nascere da storie di sfruttamento, privazioni e abusi, può nascondere la storia di centinaia di migliaia di donne , uomini e bambini che in ecuador, kenya, colombia, zimbabwe lavorano in condizioni inique. violazione dei diritti sindacali, impatto devastante sulla salute dei lavoratori e delle lavoratrici, lavoro minorile, discriminazione nei confronti delle donne, danni ambientali, inquinamento delle falde acquifere, queste sono le caratteristiche di grande parte delle piantagioni di fiori recisi nel sud del mondo.

La mancanza di protezioni contro i pesticidi (massicciamente utilizzati), i turni di lavoro massacranti (con punte di giornate lavorative di 20 ore) sono causa di malattie professionali tanto diffuse quanto gravi. vogliamo agire per migliorare le condizioni dei lavoratori, per eliminare ingiustizie e sfruttamento, per ottenere condizioni di lavoro eque che diano dignità a chi lavora nelle piantagioni.

Per questi motivi ti chiediamo di sostenere le nostre azioni di supporto alle lavoratrici e ai lavoratori delle piantagioni, per creare un ponte di solidarietà che rompa l’isolamento politico e geografico in cui si trovano, creando reti di informazione, solidarietà e azione politica sarà possibile ottenere risultati importanti per garantire i loro diritti.